Notizie

Buoni Frutti: agricoltura sociale come svolta di vita

Pubblicato il:

  • Data: 05/10/2017

L’azienda agricola del territorio bresciano è stata creata da Sabrina Lee Massa che racconta obiettivi e iniziative: “Con l’attenzione le cose si trasformano in missione”.

Una storia dotata di gusto intenso e allo stesso tempo ricco di sfumature, come quelle di un frutto maturo pronto da cogliere. Un percorso fatto di tanti passi coltivati giorno dopo giorno, lungo le stagioni e con rispetto dell’attesa. Questo è l’incipit e anche il continuo tutto da scoprire dell’azienda agricola “Buoni Frutti”, appartenente alla rete di Agricoltura Sociale Lombardia, territorio di Brescia.  I primi passi sbocciano nel 2013 per volontà e passione profonda di Sabrina Lee Massa, ideatrice e titolare del progetto, che concretizza un cammino di cambiamento: “Lavoravo come impiegata commerciale in una multinazionale, poi sono diventata mamma e grazie a un percorso spirituale e di consapevolezza sono arrivata a fare quello che cercavo da tempo e che mi sta dando molta soddisfazione permettendomi di recuperare le mie radici”.

Il terreno di famiglia a Villanuova, nella mite e lucente zona del lago di Garda, è l’occasione propizia per intraprendere l’avventura di coltivazione di prodotti golosi e salutari quali fragole e frutti di bosco (mirtilli, lamponi, more, ribes rosso e nero): “La spinta mi è arrivata anche dalla mie radici: sono italo-gallese e per noi è una vera e propria tradizione consumare frutti di questo tipo”. Prodotti che richiedono una cura particolare, come sottolinea la stessa titolare: “Sono coltivati a circa 250 metri sul livello del mare rispettando i cicli naturali di produzione e coltivando diverse varietà. Importante per me è anche il metodo della Permacultura che traduce le tecniche di agricoltura antica in chiave moderna coinvolgendo il discorso della sinergia delle piante e valorizzando tutto ciò che la natura ci insegna”.

Un tipo di coltivazione che persegue l’intento della tutela ambientale. Ad esempio le fragole vengono coltivate attraverso il metodo “fuori suolo” che consente un notevole e importante risparmio idrico, rispettando maggiormente i cicli naturali della vita. Alla produzione segue un’importante attività di commercializzazione al dettaglio di frutta e confetture extra utili anche come idee regalo. L’azienda organizza anche eventi con protagonisti corsi e degustazioni.

Al rispetto per l’ambiente e allo spirito imprenditoriale si affianca inoltre l’attenzione all’inclusione lavorativa di persone con svantaggio. In particolare “Buoni Frutti” attiva importanti esperienze di tirocinio rivolte a giovani con problematiche di tipo psichiatrico e in generale fragilità. Attualmente è in corso un’esperienza di tirocinio sostenuta dal bando regionale e da tempo vengono sviluppate collaborazioni sia con l’azienda ospedaliera di Salò, grazie a esperienze di socializzazione in ambiente reale (SAR), sia con le scuole.

Il lavoro con la terra e il contatto con la natura aiutano tantissimo, soprattutto in situazioni di questo tipo – racconta Sabrina – I fondi della rete regionale ci permettono di contribuire concretamente all’impegno di questi ragazzi ed è fondamentale realizzare uno scambio che sia equo oltre a un’esperienza che risulti valorizzante in tutti gli aspetti”.

L’agricoltura sociale diventa quindi un mezzo per rafforzare competenze e capacità: “Proprio così – evidenzia –  Bisogna sapersi mettere nei panni di questi ragazzi per comprendere al meglio non solo le loro difficoltà e potenzialità ma anche i nostri stessi limiti perché ognuno diventa un messaggero per l’altro”. Il lavoro a contatto con la natura assume una valenza di per sé formativa: “Ai giovani che vengono qui a fare esperienza dico sempre di non pensare al passato o a quello che si deve fare nel futuro ma di stare lì, nel presente, sospendendo il giudizio e ampliando l’attenzione. La natura ce lo insegna da tempo e io lo ripeto loro: l’importante è che fai bene quello che riesci a fare perché con l’attenzione le cose si trasformano in missione”. Così come accade con i progetti più buoni.

Articolo di Sara Bellingeri – Responsabile Comunicazione e Ufficio Stampa Agricoltura Sociale Lombardia

Uno dei momenti di agricoltura sociale nell'ambito dell'azienda "Buoni Frutti".

Uno dei momenti di agricoltura sociale nell’ambito dell’azienda “Buoni Frutti”.

I prodotti coltivati dal'azienda "Buoni Frutti".

I prodotti coltivati dal’azienda “Buoni Frutti”.

dav

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>